PostHeaderIcon IN SCADENZA

Attenti alla scadenza del 12 gennaio ! Compensi agli Amministratori: il compenso degli amministratori, dal punto di vista contabile, concorre alla formazione del bilancio e del risultato di esercizio secondo il principio di competenza economica, mentre dal punto di vista fiscale i compensi degli amministratori sono deducibili nell’esercizio in cui sono corrisposti (principio di cassa). Tuttavia anche se l'articolo 95, comma 5, del D.P.R. n. 917/1986 (TUIR) dispone che “i co...mpensi spettanti agli amministratori delle società siano deducibili nell’esercizio in cui sono corrisposti”, l’Agenzia delle Entrate nella Circolare 18.6.2001, n. 57/E, ha chiarito che la finalità del citato art. 95 è quello di: “far coincidere il periodo d’imposta in cui i compensi sono assoggettati a tassazione in capo all’amministratore con quello in cui gli stessi sono dedotti dal reddito dell’erogante”. E per mantenere la simmetria tra l’anno di tassazione per l’amministratore e l’anno di deducibilità per il committente è riconosciuta anche al soggetto "erogante" l’applicazione del principio di cassa “allargato” che significa che se i compensi vengono corrisposti entro il 12 GENNAIO sono deducibili nell’anno precedente purché relativi a prestazioni rese in tale periodo. I compensi degli amministratori erogati dopo il 12 gennaio, sono invece deducibili dal reddito dell’anno in corso anche se riferiti a prestazioni rese nell’anno precedente.

Per quanto riguarda, invece, i compensi di lavoro dipendente e assimilato corrisposti ai dipendenti o ai collaboratori la deducibilità segue sempre il criterio della competenza. Le retribuzioni degli stessi saranno quindi deducibili nel periodo d’imposta precedente anche se saranno corrisposte tra l’1 e il 12 gennaio oppure anche successivamente al 12 gennaio.

 

 

Ultimo aggiornamento (Venerdì 08 Gennaio 2016 13:08)

 

PostHeaderIcon IN EVIDENZA:

STAMPE DEI LIBRI OBBLIGATORI: vanno effettuate entro il 30 dicembre di ogni esercizio amministrativo .

Non dimenticatevi che il 30 dicembre è il termine ultimo per la stampa dei registri contabili obbligatori.

I soggetti che tengono la contabilità con sistemi meccanografici e per i quali il termine di presentazione della dichiarazione Modello Unico è scaduto il 30 settembre 2015, saranno in regola se provvederanno alla stampa delle registrazioni del 2014 al massimo entro il 30 dicembre 2015.

Attualmente, la tenuta di qualsiasi registro contabile con sistemi meccanizzati è considerata regolare se si provvede alla stampa dei dati riguardanti un determinato esercizio amministrativo entro “tre mesi dal termine di presentazione delle relative dichiarazioni annuali” e quindi entro tre mesi dal 30 settembre. La stampa dei registri è comunque dovuta se, in precedenza rispetto al termine legale di stampa, è richiesta dagli organi verificatori in sede ispettiva e di controllo.

Indicativamente il termine del 30 dicembre 2015 riguarda:

la stampa su supporto cartaceo:

• dei registri IVA relativi all'anno d'imposta 2014 (acquisti, vendite, corrispettivi, ed eventuali sezionali per autofatture, acquisti intracomunitari ecc.);

• dei registri IVA di cui sopra, integrati con le annotazioni delle operazioni non soggette a detta imposta (contabilità semplificata imprese e professionisti)

• del libro giornale contenente le registrazioni contabili dell'anno 2014  (ricordarsi dell’imposta di bollo);

• dei mastrini (partitari) di contabilità ordinaria tenuta per l'anno 2014 (si, anche questi !);

• del registro cronologico degli incassi e dei pagamenti 2014 per gli esercenti arti e professioni in contabilità ordinaria;

ed inoltre

• la sottoscrizione da parte dell'imprenditore o dell'organo amministrativo, del libro degli inventari (art. 2217 C.C. e 15 c.1 del DPR 600/73); implicitamente ciò vuol dire che la stampa del predetto libro deve avvenire entro tale data (ma non per le società di capitali per le quali l’amministratore, in fase di deposito del bilancio, dichiara che la copia di bilancio e nota integrativa trasmessa alla CCIAA è conforme a quanto già trascritto sul libro degli inventari).

Si rammenta, poi, che il registro dei beni ammortizzabili andava stampato entro il 30 settembre e che i libri delle assemblee dei soci e del consiglio di amministrazione vanno stampati nel momento in cui ci sono delle delibere testé sottoscritte dagli amministratori e consiglieri.

Si ricorda, infine, che entro lo stesso termine del 30 dicembre, devono essere apposte le marche da bollo da 16 euro sul libro giornale e su quello degli inventari (una ogni 100 pagine per le società di capitali e in generale per i soggetti che pagano la tassa annuale di concessioni governative (SRL); due ogni 100 pagine invece per le ditte individuali e le società di persone e comunque per tutti i soggetti che non pagano la predetta tassa annuale). Da tempo ormai la marca da bollo è generata telematicamente e riporta la data e l'ora precisa della sua emissione.

Buon lavoro…..

 

 


 

Ultimo aggiornamento (Venerdì 08 Gennaio 2016 13:10)

 

PostHeaderIcon Studio Commerciale BARONCELLI

Studio Commerciale BARONCELLI S.r.l. - STP Società tra professionisti

 


 Piazzetta Enrico Caruso, 5  -  51031 Agliana Pistoia


 



  

Ultimo aggiornamento (Venerdì 17 Aprile 2015 06:51)

 

PostHeaderIcon AVVISI LEGALI



TRIBUNALE DI PRATO

ESECUZIONE IMMOBILIARE NR. 17/2008: AVVISO .

Il professionista Delegato informa che  il prossimo tentativo

di vendita senza con incantodei 5 lotti facenti parte il

compendio immobiliare di cui all'esecuzione suindicata

allocato in Prato, Via Cava, 243u-v-t,  è fissato per il

giorno 9 (nove) febbraio 2016 alle ore 15:00  presso lo

studio del sottoscritto Delegato.

Maggiori informazioni sono acquisibili sul sito

www.asteimmobili.it e presso lo scrivente Delegato.

Il custode incaricato - al quale ci si può rivolgere per visionare

i beni - è :

Istituto vendite giudiziarie di Prato: Via F.lli Giachetti, 35

59100 PRATO (PO) Telefono 0574 26054 

Fax: 0574/26054 Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

----------------------------------------------------------------------------------

CONCORDATO NR. 6/2009: XX con sede in Via della Lastruccia, 1

59100 PRATO PO. Codice fiscale 00506780477.

 

A V V I S O. Il liquidatore giudiziale comunica che è pressoché

conclusa la distribuzione del 4% del credito vantato dai creditori

chirografari, come da progetto depositato in cancelleria in data

15.4.2011 per il quale  ha  ottenuto l'autorizzazione al pagamento

da parte del G.D.

Non sono in programma ulteriori riparti nel breve periodo.